Iperidrosi

L’iperidrosi (o eccessiva sudorazione) è un disturbo che provoca un certo disagio nelle persone che ne sono colpite e si manifesta prevalentemente in alcune aree circoscritte del corpo come le ascelle, il palmo delle mani, o le piante dei piedi. Questa condizione clinica ha un importante impatto sociale e psicologico e spesso diventa un problema per la stabilità emotiva di chi ne soffre.
Generalmente il problema dell’iperidrosi inizia nell’infanzia e nell’adolescenza e si protrae per tutta la vita. Ansia e nervosismo possono aggravare la situazione o addirittura esserne la causa e scatenare gli attacchi di sudorazione eccessiva. In molte circostanze si nota la tendenza a non prestare grande attenzione a questo problema, anzi si tende a minimizzarlo, e in questo modo le informazioni corrette riguardo alle possibilità di cura non arrivano adeguatamente a coloro che invece vivono con profondo inbarazzo e disagio il fenomeno della traspirazione eccessiva.
La soluzione a questa delicata problematica invece esiste, è semplice e risulta anche estremamente efficace.

Effetti del trattamento contro l'iperidrosi

Basta una seduta di infiltrazione di botulino nella zona interessata per provocare la disattivazione delle ghiandole sudoripare e la conseguente cessazione dell’iperidrosi. Il trattamento raggiunge la sua massima efficacia dopo circa 7 giorni dalla seduta, mantenendosi stabile per alcuni mesi, quindi per tutto il periodo estivo. La tecnica utilizzata è particolarmente delicata e avviene tramite un sottilissimo ago. Non esistono particolari controindicazioni e il paziente può subito riprendere la propria vita quotidiana, più sicuro di sé.
Il trattamento, proprio per la sua assoluta sicurezza, può essere ripetuto anche due volte l’anno così da risolvere anche i casi più importanti.